"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Non accettati sogni dagli sconosciuti

31-03-2014

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

Ingresso tipico del paese

Non accettate sogni dagli sconosciuti

Il sogno purtroppo oggi è poter donare, cosa oramai impossibile in Italia

Eppure nonostante questo gli operatori sanitari che operano in ospedale sostengono che: “Le cellule staminali da sangue del cordone ombelicale conservati all’estero possono rientrare in Italia?”

Mettendo in allarme coloro che democraticamente vogliono mettere in sicurezza il proprio campione di cellule staminali.

Ora a me piacerebbe sapere su quale base scientifica e oggettiva viene espressa questa affermazione, mi piacerebbe leggere un documento che attesti quanto da loro affermato, perchè io non ho trovato nulla e quando dico nulla è nulla.

La condotta di coloro che diffondono tali informazioni è in violazione dei principi generali di correttezza professionale, ma anche in violazione della corretta informazione che deve essere fornita agli utenti del servizio.

Come ha precisato il Parlamento Europeo nella seduta 29/06/2012 A7-0223/2012 (vedi punto 29), gli utenti (“uomini e donne”) devono “…essere informati di tutte le opzioni esistenti relative alla donazione del sangue cordonale alla nascita, ad esempio conservazione pubblica o privata, la donazione a scopo autologo o eterologo o per la ricerca …”.

Il che impone, da parte del personale degli ospedali, di orientare in modo obiettivo le scelte dei genitori, senza accusare, in modo peraltro generalizzato, la presunta mancata riconsegna del campione di cellule staminali in Italia, soprattutto con riferimento alle biobanche private situate all’estero.

Per riconsegnare i campioni in Italia è necessario essere accreditati FACT-NetCord,  peraltro, tale requisito è oggi anche riportato nell’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sul documento recante: “Linee guida per l’accreditamento delle Banche di sangue da cordone ombelicale” del 20 Aprile 2011 (articolo 6, comma 1, del decreto legislativo 6 novembre 2007, n . 191), secondo cui “- tali indicazioni, che costituiscono il documento predisposto dal Centro Nazionale Trapianti e dal Centro Nazionale Sangue, sulla base degli standard di valenza internazionale (FACT – NetCord, quarta edizione) e degli standard operativi del Registro IBMDR, in coerenza con i principi e le finalità della normativa vigente, sono da ritenersi condivisibili”.

Invito gli operatori sanitari a svolgere la loro “missione” con etica e coscienza nel rispetto della persona.

Il pregiudizio … un male da cui bisogna guarire

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>