"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

cellule staminali protagoniste della ricerca

29-05-2014

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

Newborn cute infant baby with umbilical cordLe cellule staminali questa settimana sono protagoniste al convegno organizzato da Stem cell research.

Un programma ricco di interventi che vogliono rappresentare le cure attuali, le cure del futuro e la grande importanza delle cellule staminali.

Presenti i ricercatori di maggiore rilievo italiano, fra cui anche Raffaella Fazzina, che racconta il lavoro che sta svolgendo, attraverso la fondazione InScientiaFides, dedicato alla produzione di cellule staminali “bambine”, ovvero cellule staminali indotte da cellule del sangue cordonale – le “iPSc”.

Raffaella ci racconta:

La capacità di generare cellule staminali pluripotenti indotte (iPSCs) a partire da cellule somatiche ha aperto una nuova strada per la medicina rigenerativa.

Le iPSCs possono fornire una fonte di cellule per modelli di cura, piattaforme di screening – farmaceutiche, e le strategie di trapianto per curare malattie degenerative incurabili.

iPSCs umane sono state generate da fibroblasti dermici derivate dalla biopsia cutanea da sovraespressione di fattori “Yamanaka” (OCT4, SOX2, MYC e Klf4 o OSMK) oppure Thomson/fattori Yu (OCT4, SOX2, Nanog e LIN28).

Più tardi, le cellule staminali ematopoietiche/progenitrici da sangue cordonale ( B) hanno catturato e stanno catturando molta attenzione perché le cellule del sangue possono essere utilizzate immediatamente per la riprogrammazione e sono facilmente reperibili.

Il sangue del cordone ombelicale è un tessuto ricco di cellule staminali e facilmente disponibili. In confronto alle cellule staminali isolate da individui di età adulta, le cellule staminali del sangue del cordone dimostrano di essere superiori perché le mutazioni nucleari e mitocondriali tendono ad accumularsi nelle cellule staminali adulte.

Secondo Fazzina:

la capacità di generare cellule staminali pluripotenti indotte partendo dalle cellule somatiche ha aperto una nuova strada per la medicina rigenerativa.

Meraviglioso!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.