"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Educazione sanitaria a Bimbi in fiera

06-10-2014

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

bimbi in fiera inscientiafides 1-1Buon inizio settimana a tutti!

Come avete trascorso il week end?

Io mi sono divertita informando le persone.

Ebbene si, la mia missione dedicata alla educazione sanitaria mi ha vista impegnata questo fine settimana a Bimbi in Fiera di Milano.

Ho deciso di partecipare per comprendere direttamente lo stato dell’informazione presente sul territorio, relativa al tema delle cellule staminali ed in particolare della possibilità di conservare il sangue cordonale.

Io e le mie collaboratrici, splendide Stamine, ci siamo confrontate con oltre 500 coppie di genitori in attesa di un bimbo.

Imbarazzante quanto è emerso:

  •  circa il 70% delle persone con le quali abbiamo parlato non conosceva la opportunità di conservare/donare il sangue cordonale
  •  il restante 30% aveva le idee molto confuse dalle troppe notizie incoerenti fornite dai media

Fare educazione sanitaria dovrebbe essere un compito dello Stato, soprattutto quanto questo scrive nel  decreto ministeriale all’art. 1 che guarda alla conservazione del sangue da cordone ombelicale come ad un interesse primario per il Servizio Sanitario Nazionale.

Ma … ciò non accade nonostante i fondi destinati a questo scopo!

Quindi, conscia della straordinaria importanza di una corretta informazione e per fornire ai cittadini gli elementi utili ad una scelta consapevole e democratica, mi occupo direttamente di trasferire il contenuto scientifico di un’azione che riduce lo spreco di una risorsa così importante.

Risorsa talmente importante che si sta ampliando il numero e l’importanza delle patologie (già oltre 70) con cui utilizzare il sangue cordonale. E’ notizia recente l’integrazione dell’apposito Decreto Ministeriale con tre ulteriori patologie come la Sindrome di Down, le Immunodeficienze Acquisite e la Neufibromatosi di Tipo I.

Numeri ufficiali ci dicono che il 59% dei trapianti viene effettuato con cellule staminali proprie; l’autologo dedicato sta diventando una necessità assoluta.

Aiutatemi a fare educazione sanitaria divulgando assieme a me la opportunità di partecipare ai nostri family day.

Vi aspetto!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>