"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

La sfida delle cellule staminali: da una storia di successi a nuovi traguardi

09-05-2015

Questo post é stato scritto da Luana Piroli


Un traguardo importante quello del prossimo 13 Maggio,
che mi emoziona moltissimo, in cui i ricercatori ci racconteranno il viaggio compiuto in questi due anni assieme alle cellule staminali ed i traguardi raggiunti.

L‘espressione di 2 anni di lavoro, dove i nostri ricercatori hanno compiuto un viaggio senza mappa, con l’obiettivo di scoprire la “meravigliosa Petra”

The treasury facade in PetraNon so se siete mai stai a Petra ma, quando dopo aver attraverso altissime pareti rosse, ti si apre piano piano l’immagine della facciata del palazzo “El Khasneh” lo stupore e la scoperta è davvero tanta!

Ebbene sì, la ricerca è questo: un viaggio avventuroso che ti consente in ogni istante di ammirare nuove scoperte

La ricerca è imprevedibile, è stupore, è pazienza, è mettersi in gioco continuamente.

Abbiamo lavorato in questi due anni e continuiamo a lavorare:

  • Produzione di eritoblasti (cellule progenitrici dei globuli rossi) da cellule staminali ematopoietiche derivate dal sangue del cordone ombelicale;
  •  Messa a punto del protocollo di validazione scientifica inviata, in attesa di conferma, a Trasfusion (rivista scientifica di settore), di estrazione delle cellule mesenchimali e crioconservazione da tessuto del cordone ombelicale;
  • Stiamo testando le cellule mesenchimali da cordone ombelicale per abbattere la GVHD (malattie del trapianto contro l’ospite) in collaborazione con la Equipe del Dott. Attilio Bondanza Ospedale San Raffaele;
  • Stiamo testando le mesenchimali da tessuto adiposo per la produzione di cartilagine in collaborazione con la Equipe del Dott. Giuseppe Peretti Istituto Ortopedico Galeazzi;
  • Inoltre stiamo affinando una procedura migliorativa per lo scongelamento dei campioni crioconservato di sangue cordonale

Lavorare e supportare la ricerca richiede molta passione ed è l’elemento che distingue tutti coloro che collaborano con noi: Esseri speciali!

Fronte Locandina II meeting fondazione InScientiaFides 2015Un grazie particolare va al Prof. Luca Pierelli, alla Dott.ssa Raffaella Fazzina e alla Dott.ssa Ariana Dellavalle che in questi due anni hanno coordinato e gestito in prima persona i progetti con non poche difficoltà.

Siete speciali davvero!

Ringrazio la Dott.ssa Marisa Jaconi che mi ha supportata durante i primi periodi in cui ho sviluppato InScientiaFides, la sua passione verso il lavoro è invidiabile. Ci parlerà di Cardiomiociti da cellule staminali pluripotenti: modello di cardiogenesi e di patologie cardiache. Non vedo l’ora di ascoltarla.

Un ringraziamento va al Dott. Francesco Lanza che ha condiviso con noi il percorso di validazione di un nuovo protocollo di scongelamento dei campioni da sangue cordonale mettendo a disposizione il suo team.

Ringrazio il Dott. Stefano Pompei che si è unito al team in questo ultimo anno con grande determinazione e, che  ci parlerà di autotrapianto adiposo in ricostruzione mammaria: applicazioni e risultati.

Grazie al Dott. Fabio Ciceri perché oggi ci porta un tema importante: il trapianto con l’utilizzo di cellule staminali ematopoietiche. Un percorso di cura che vanta 1 Milione di applicazioni e che sempre di più diventa efficace e necessario.

Un tema che verrà ripreso dal Dott. Francesco Lanza e Luca Pierelli.

Il Dott. Lanza ci parlerà di Cellule staminali emopoietiche ai fini di trapianto: ruolo degli studi qualitativi sui prodotti cellulari nelle diverse sorgenti tissutali.

Il Dott. Pierelli ci parlerà ci Potenziali usi terapeutici delle cellule staminali ematopoietiche

Mentre la Dott.ssa Fazzina ci parta un argomento innovativo, ci parla di IPSc ovvero E’ possibile rigenerare tessuti con le proprie iPSCs?

La Dott.ssa Dellavalle ci parlerà di Possibili sorgenti e possibili impieghi delle cellule staminali stromali: il tessuto adiposo ed il tessuto cordonale.

Un Viaggio interessante e ricco di passione! I miei preferiti.

Questo Viaggio senza mappa è avvenuto ed avviene grazie al contributo di InScientiaFides che crede nella scienza!

Se volete partecipare sono Lieta di avervi fra i miei Ospiti. Scrivetemi 

Vi aspetto e non dimenticate: IL SAPERE CONDIVISO E’ ALLA BASE DEL PROGRESSO!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.