"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Vittime o carnefici del nostro tempo

14-07-2015

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

casa-di-scale-EscherSono in silenzio da molto tempo si, un silenzio voluto.

Un silenzio fatto di riflessioni, di ascolto, di osservazioni.

Un silenzio in cui il tempo di ferma in attesa di un cambiamento.

Il silenzio di chi non riesce più a comprendere il sistema che non si trasforma, del “si è sempre fatto così” di “ma noi ne abbiamo il diritto” oppure “perchè non è gratis”.

La gente sembra anestetizzata, vive di diritti ma senza avanzarli.

 

Ma cosa è diritto? cosa è realtà? cosa è gratis?

Un sistema sanitario che si ferma perchè termina il budget e quindi lascia spazio solo alle urgenze fingendo che ci sono lista di attesa lunghissime?

Un sistema sanitario che vive di lobby politiche sanitarie?

Un sistema sanitario che non è basato sull’efficienza ma sul favoritismo?

Oppure il diritto è usufruire di un servizio che tutti noi paghiamo e ci costa molto?

Ieri sera ero in compagnia di 16 coppie di genitori che avranno il loro primo figlio entro la fine dell’anno.

Abbiamo parlato della raccolta delle cellule staminali e della loro importanza.

La domanda che emerge è “ma non è un nostro diritto raccoglierle e?” “perchè nessuno ce ne parla?” ” perchè in Ospedale non lo promuovono? del resto noi paghiamo il sistema sanitario”

Certo che è un loro diritto come le è per tutti, ma ritorniamo al punto sopra.

Quanto è efficiente questo sistema pubblico che ci costa molti soldi, che porta ad aumentare le tasse e quindi ad impoverirci e peraltro non ci da garanzia dei diritti che ognuno di noi possiede?

Vogliamo continuare a far finta di niente e vivere passivamente la nostra vita in attesa che ci sia qualcuno che risolva i nostri problemi?

Vittime o carnefici del nostro tempo?

A voi la risposta, io me la sono data.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>