"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Una storia sorprendente che racconta l’importanza delle conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale

19-04-2018

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

sparrow-cord-bloodLa storia di Sparrow è sorprendente!

Quinta figlia.

I genitori alla nascita decidono  di conservare le cellule staminali contenute nel suo sangue cordonale.

Servizio che non avevano attivato per gli altri figli  perchè non erano a conoscenza di questa opportunità.

La bimba alla nascita era sana ma da piccina è stata coinvolta in un incidente, è quasi annegata in una piscina situata nel giardino sul retro della famiglia.

Sparrow è rimasta in arresto cardiaco  per 47 minuti procurando alla bimba  gravi danni cerebrali.

I genitori hanno sperimentato diverse terapie ma senza alcun risultato, dopo 15 mesi dall’incidente fortunatamente è stata arruolata nella sperimentazione condotta presso la clinica Duke University dove le sono state reinfuse le cellule staminali del suo sangue cordonale conservate al momento della nascita.

I miglioramenti furono sorprendenti sin dal giorno dopo alla trasfusione, Sparrow sorrideva ed iniziava a relazionarsi, cosa che non aveva più fatto per oltre 15 mesi; successivamente iniziò anche camminare.

Oggi Sparrow vive una vita normale ed ha ripreso completamente l’attività cognitiva.

I genitori alla nascita avevano deciso di conservare pensando di non dover mai utilizzare il campione che poi si è rivelato salvavita!

La storia di Sparrow non è la sola.

Il progetto di ricerca della dottoressa Joanne Kurtzberg alla Duke University è stato riconosciuto a livello scientifico ed ha prodotto risultati meravigliosi per quei bambini che hanno subito una lesione cerebrale e hanno utilizzato il proprio sangue cordonale conservato presso una biobanca privata.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>