"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Bimbo 8 anni utilizza il suo sangue cordonale conservato alla nascita presso InScientiaFides

25-03-2019

Questo post é stato scritto da Luana Piroli

RM_20110722_N7Y7595E’ notizia di questi giorni dell’utilizzo di un campione di sangue cordonale conservato privatamente presso la Biobanca InScientiaFides  da parte di un bimbo di 8 anni che purtroppo ha sviluppato una malattia rara.

I suoi genitori 8 anni sono stati lungimiranti ed hanno messo in sicurezza il suo sangue cordonale raccolto al momento della nascita.

Del  campione di sangue cordonale al momento ne è stata richiesta una sola aliquota che sarà utile a compiere delle indagini diagnostiche certe e quindi impostare una terapia mirata.

I genetisti compareranno il DNA attuale del bimbo con quello raccolto al momento della nascita per valutare le mutazioni genetiche avvenute.

Questo è una della tante opportunità che offre la conservazione autologo dedicata del sangue cordonale al momento della nascita.

Gli sviluppi nel  settore delle cellule staminali adulte sono numerosi e questo ne è un chiaro esempio, così come è estremamente importante non buttare il sangue cordonale al momento della nascita.

Ciò che conta è affidarsi ad una Biobanca accreditata FACTNetcord così da garantire una conservazione ed un rilascio certo e sicuro.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>