"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Chi sono

Sammarinese di adozione, Lombarda d’origine

Il mio motto “se vuoi muovere il mondo muovi prima te stesso” (Socrate)

 

Dal 2008 Dirigo InScientiaFides Biobanca che si occupa di analisi, processo e conservazione di cellule staminali adulte con particolare riferimento a quelle contenute nel sangue cordonale.

Ho contribuito alla realizzazione della società, strutturazione del laboratorio, reclutamento e formazione del personale oltre che alla gestione organizzativa.

 

Ho scritto il libro Una Storia Lunga Un Cordone in collaborazione con Enrico Mazzarol che con pazienza mi ha supportato nella parte grafica. Il testo ha l’obiettivo di trasferire il grande lavoro svolto dalle cellule staminali per il nostro organismo.

Ho inoltre scritto il libro Gravidanza in Pillole, una guida per la gravidanza che accompagna la mamma nei nove mesi.

Mi occupo di educazione sanitaria attraverso i Family Day, giornate dedicate al confronto e condivisione con le persone che sono curiose di approfondire il mondo delle cellule staminali, la loro importanza e le applicazioni terapeutiche.

 

La mia storia? Diploma universitario in scienze infermieristiche, ho lavorato per 12 anni presso il servizio di rianimazione di Cremona e per 2 anni presso la Camera Operatoria dell’Ospedale San Camillo di Cremona.

La mia curiosità positiva mi porta a studiare moltissimo, ho frequentato master di sviluppo manageriale presso LUISS Business School, corso di formazione in project management presso LUISS Business School. Corsi dedicati alla gestione del personale e alla leadership.

 

Sono la fondatrice della Fondazione InScientiaFides che ha lo scopo di finanziare progetti di ricerca dedicati alle cellule staminali e educazione sanitaria.

Attraverso la fondazione abbiamo attivato il percorso Prendersi Cura, dedicato alla assistenza domiciliare.

Convinta della assistenza volta a supportare i bisogni della persona e sono dispiaciuta nel vedere come l’Italia trascuri l’assistenzialismo.

 

Cosa è per me meraviglioso: il sorriso dei bimbi, guardare le nuvole e le forme che rappresentano, le mani che si muovono dei pittori mentre dipingono, i boccioli dei fiori a primavera, i colori ed i profumi dell’India, la casa batllo di Gaudì, la luce negli occhi delle persone mentre ti parlano, Cremona la mia città ed il suo profumo di Tigli nel mese di Giugno

il mio libro preferito: Il piccolo principe

La musica che mi piace ascoltare: Sting, Bruce Springsteen e Mozart, Vivaldi

Cosa non sopporto: Le persone narcisiste, le persone che urlano, volare con Rayanair, i mozziconi per strada

 

Credo molto nella energia delle persone che fanno la differenza.