"C'è più semplicità e vita in una cellula staminale di quanta non immaginiamo"

Il caso Stamina

26-04-2014


Questo post é stato scritto da Luana Piroli

The treasury facade in Petra

Il caso Stamina è ritornato alla ribalta.

Questa volta in “assoluta” chiave negativa.

Leggi le news e non capisci!?

Ho come la sensazione che si guardi sempre e solo attraverso la fessura … con la speranza di trovare la “magica Petra”?

Fare informazione … forse non vuol dire fornire dei fatti per rendere le persone in grado di comprendere?!

Chiediamo a Wikipedia cosa significa informazione “L’informazione è lo scambio di conoscenza tra due o più persone, all’interno di una comunità o nella società, nonché il significato che le persone coinvolte attribuiscono a tale conoscenza. È ciò che, per un osservatore o un recettore posto in una situazione in cui si hanno almeno due occorrenze possibili, supera un’incertezza e risolve un’alternativa, cioè sostituisce il noto all’ignoto, il certo all’incerto. In altre parole essa riguarda il contesto in cui i dati sono raccolti, la loro codifica in forma intelligibile ed in definitiva il significato attribuito a tali dati.”

Ed allora mi domando: “se fare informazione significa raccogliere dati, codificarli e renderli comprensibili – come mai questi Signori che di mestiere fanno il giornalista non hanno raccolto fatti prima di scrivere le notizie in cui difendevano il caso Stamina?”

Perchè confondere le persone, creare false illusioni e poi … smontarle inesorabilmente.

Scriviamo solo per sentito dire? per fare notizia?

E le persone? esseri umani che stanno male, che sperano nel miracolo … non possiamo prenderci gioco di loro …

Non si scherza con la vita delle persone!

Vogliamo parlare di cosa significa fare ricerca.

Vogliamo parlare di fatti e non di sentito dire.

Vogliamo parlare della ricerca e delle eccellenze italiane, ci sono moltissime realtà impegnate nella ricerca, come mai non se ne parla mai?

Vogliamo porre delle basi in cui si muove il sistema politico a favore della ricerca, ma quella vera.

Rendendo, magari, più veloce il sistema burocratico.

Evitando ai nostri cervelli di “fuggire” all’estero.

L’Italia ha grandi potenzialità e moltissime competenze.

Confrontarsi con chi conosce la materia e  può fornire i giusti elementi – dati oggettivi – per fare informazione e spiegare:

Cosa sono le cellule staminali? Come possono essere impiegate? Quali sono i percorsi da compiere?

Buona Pasqua!

17-04-2014


Questo post é stato scritto da Luana Piroli

Mother massaging  baby

A tutti auguro Buona Pasqua  attraverso le parole di un Principe che ama la sua rosa più di ogni altra cosa, che vuole capire le persone ascoltandole e osservandole.

Al  “Piccolo Principe” non interessano i numeri ma: i colori, le sensazioni, gli odori e i mille tramonti del suo piccolo asteroide B612.

Ed il “Piccolo Principe” ci insegna che:

“Nulla può accadere senza amore”

E …  ci svela il suo segreto

“Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”

Lui dice dopo aver ascoltato i grandi:

” I grandi amano le cifre.

Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali.

Non si domandano mai: “Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?”

Ma vi domandano: “Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre? Allora soltanto credono di conoscerlo.”

Io auguro a tutti voi di guardare le “piccole emozioni” … con la luce negli occhi attraverso l’amore

 

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/libri/frase-109924?f=w:148>

Il lupo l’agnello e le cellule staminali

15-04-2014


Questo post é stato scritto da Luana Piroli

Wolf & Sheep - Loup & AgneauFedro e la favola del Lupo e dell’agnello

« Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si trovarono allo stesso ruscello.

Il lupo era più in alto e, un po’ più lontano, in basso, l’agnello.

Il lupo spinto dalla fame, vedendo l’agnello indifeso disse: ”Perché – dice – mi intorbidisci l’acqua che sto bevendo?

E l’agnello, tremando, rispose: ”Come posso – disse – io sono più a valle!”

Il lupo, allora, respinto dalla forza della verità: ”Certo, ma sei mesi fa tu hai parlato male di me!”

Rispose l’agnello: “Ma se io non ero ancora nato!”

“Per Ercole! Ecco! Allora è stato tuo padre!!”

Così dicendo lo sbranò.

Questa favola è scritta per quegli uomini che opprimono gli innocenti con falsi pretesti. »

 I falsi pretesti non servono a nessuno, fanno solo male ai cuori ed impediscono la realizzazione di situazioni meravigliose

Ritengo la crisi del sistema il frutto di falsi pretesti, di occasioni rubate.

Ma sono convinta che ci sono molte persone che possono fare la differenza ed io ho avuto la fortuna di conoscerle.

Persone che operano ogni giorno alla scoperta di nuove strade utili alla ricerca clinica, che lavorano con passione e con determinazione

E li voglio ringraziare tutti per quanto stiamo facendo assieme attraverso la fondazione InScientiaFides

Un abbraccio di cuore